12/11/2018

La formula dello Champagne

5 Lt di CO2 = 6 bar in 0,75lt

Non sto dando i numeri, sono solamente affascinato da come sterili numeri e sigle siano il risultato di una vera magia della natura, lo Champagne!

Una bottiglia di champagne contiene mediamente 5 litri di anidride carbonica disciolta che sviluppa una pressione all’interno della stessa pari a 6 bar. E’ come se mettessimo la nostra bottiglia in fondo al mare ad una profondità di 50 metri.

Non appena si stappa la bottiglia l’anidride carbonica si risveglia e di colpo torna allo stato gassoso generando un mare di spuma ed il tanto famigerato perlage.

E non è tutto, 11 milioni di bollicine all’interno di una flut con un diametro medio di 0,5 millimetri. Fantastico!

Non stupitevi, i numeri di questa formula che apparentemente sembrano insignificanti al fine dei bere un buon champagne, sono in realtà frutto di continui studi meticolosi compiuti da scienziati della chimica, della fisica e dell’enologia al fine di individuare i parametri necessari alla produzione dello champagne. Proprio in ragione del fatto che le condizioni climatiche stanno repentinamente mutando, che sempre di più nuove malattie della vite stanno infestando il nostro continente, è necessario condurre un’attenta analisi degli elementi necessari per la produzione dello champagne in questo caso, ma dei prodotti agricoli in generale. Grazie a queste ricerche, pensate che oggi l’utilizzo di fertilizzanti e pesticidi è calato drasticamente ed il prodotto vino in generale e Champagne in particolare è una delle bevande più “sane” disponibili. Ovvio, l’abuso dell’alcol nuoce gravemente alla salute, ma l’abuso dell’astinenza dal bere champagne nuoce gravemente alla felicità dell’umanità intera!

Meditate gente, meditate.